Logo Le Reti
Responsive Image

Recupero partite pregresse Como

Con la deliberazione n. 52/2021, attuativa della delibera n. 643/2013/R/idr dell’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas ed il Sistema Idrico (ora ARERA), l’Ente d’Ambito di Como ha deliberato l’importo delle partite pregresse spettanti alla società Lereti Spa per il periodo 2010 – 2011. Con successiva deliberazione n.49/2022 l’Ente d’Ambito ha definito le modalità di fatturazione agli utenti di quanto approvato con la citata delibera. Al seguente link:
https://www.ato.como.it/comunica-con-lufficio-dambito/dettaglio/RICONOSCIMENTO-DELLE-PARTITE-TARIFFARIE-PREGRESSE-PER-LA-SOCIETA-LERETI-SPA-Utenze-dei-comuni-di-Como-Brunate-e-Cernobbio./
è possibile scaricare i provvedimenti e i relativi allegati.

Cosa sono le partite pregresse?

Per partite pregresse si intende un recupero dei costi riconosciuti dall'Autorità d’ambito - in questo caso Como - al Gestore - Lereti - per investimenti passati sostenuti sulla rete idrica dell’omonima provincia e non precedentemente inclusi nelle tariffe applicate nel frattempo all’utenza.

L’Ente d’Ambito di Como, con la delibera 52/2021 ha deliberato un importo complessivo da recuperare per investimenti sostenuti dal Gestore negli anni 2010 e 2011 pari a circa 15 milioni di Euro.

In considerazione dell’importo e della necessità di graduare l’addebito agli utenti allacciati alle reti nei Comuni di Como, Brunate e Cernobbio, e garantirne la sostenibilità sociale, si è disposta la fatturazione delle partite pregresse di cui sopra attraverso una rateizzazione di 5 anni, dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2026.

A chi si applicano le partite pregresse?

Come disposto dalla delibera 49/2022 dell’Ente d’Ambito, la platea di utenze considerate ai fini del recupero del corrispettivo è quella riferita ai beneficiari degli investimenti atti al miglioramento del sistema acquedottistico e quindi individuati nell’insieme dei punti di fornitura esistenti, allacciati o allacciabili alla rete acquedottistica al servizio dei comuni di Como, Brunate e Cernobbio alla data del 31 dicembre 2020, indipendentemente dalla presenza e dallo stato (attivo/chiuso) del contatore.

Come si calcola l’importo addebitato delle partite pregresse?

Le modalità di determinazione del corrispettivo e fatturazione delle partite pregresse sono disciplinate e dettagliate nella delibera dell’Ente d’Ambito di Como 49/2022, definite in coerenza con gli articoli 31 e 32 dell’Allegato A della delibera dell’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas ed il Sistema Idrico (AEEGSI ora ARERA) n. 643/2013/R/idr.

In ciascun anno, come disposto dalle Linee Guida allegate alla deliberazione 49/2022dell’EGA, il corrispettivo Euro/mc relativo alle partite pregresse, non articolato per scaglioni di consumo, sarà applicato ai metri cubi fatturati nelle bollette (di acconto o di saldo) relative alle singole annualità 2022-2026, in coerenza con la periodicità di fatturazione definita ai sensi della delibera n. 655/2015/R/idr di ARERA

Quali sono stati gli investimenti realizzati dal Gestore e quali benefici hanno portato sul territorio e sull’utenza?

I principali investimenti realizzati dal Gestore di cui stanno beneficiando gli utenti dei Comuni di Como, Brunate e Cernobbio sono stati (l’elenco non è esaustivo):

  1. La realizzazione e la gestione dell’impianto di potabilizzazione che si trova nella caverna sotto il Baradello

  2. La riduzione delle perdite di rete.

In particolare, l’investimento della “caverna” permette a Como, Brunate e Cernobbio di non avere problemi di approvvigionamento dell’acqua (in quanto l’acqua viene pescata dal lago a una profondità di 40 metri circa) anche a fronte della perdurante crisi idrica, senza precedenti, del 2022.

Per quanto riguarda gli investimenti per la riduzione delle dispersioni idriche, si sottolinea che gli impianti oggetto di investimento sono passati dal 26,6% di dispersioni nel 2016 al 16,5% del 2021 (a fronte di una media nazionale di dispersioni idriche di oltre il 40%).

FAQ:

  1. Perché le partite pregresse vengono applicate ora, dopo più di 10 anni dagli investimenti realizzati?

Vengono applicate a far data dal 2022, con la prima fatturazione utile all’utenza, in quanto sono state approvate a seguito di una corposa e approfondita istruttoria di validazione condotta dall’ Ente di Governo d’Ambito di Como e approvate nel 2021 con Deliberazione n.52/2021 le modalità di applicazione sono state dettagliate con delibera 49/2022. Solo a seguito sia della conclusione positiva dell’istruttoria sia dell’adozione formale dei provvedimenti da parte dell’unico Ente Competente (Ufficio d’Ambito di Como, n.d.r.) si è determinata la titolarità per il Gestore per effettuare l’applicazione all’utenza di tali partite alla data di efficacia del provvedimento stesso.

  1. A quanto ammonta in media ogni anno l’importo addebitato?

Per l’anno 2022, In corrispondenza ai volumi consumati da ciascuna utenza, si stima un importo come da tabella qui sotto riportata:

Per esempio, un nucleo composto da 3 componenti, che ha un consumo annuo di circa 100mc, avrà un costo mensile di circa 2,65€ legate alle partite pregresse.

Soltanto per l’anno 2022, nella prima bolletta utile che sarà emessa nell’autunno 2022 sarà recuperato l’importo relativo ai volumi già fatturati di competenza del periodo dal 1 gennaio 2022.

All’inizio di ciascun anno 2023-2026, come disposto dalla delibera dell’Ente d’Ambito 49/2022, il corrispettivo da applicare ai volumi fatturati nello specifico anno sarà rideterminato tenendo conto di quanto precedentemente fatturato e dei volumi distribuiti ai punti di fornitura di riferimento nell’anno a-2.

  1. Le partite pregresse riferite ai recuperi di costi a periodi passati sono soggette a prescrizione legale?

La prescrizione (c.d. breve nel servizio idrico), come ormai tutti abbiamo imparato a conoscere, può essere invocata dall’utente/cliente della fornitura in specifici casi (formula di esclusività), ovvero:

- conguaglio di fatturazione (il c.d. conguaglio contrattuale) del Servizio Idrico Integrato di importi riferiti a consumi (a causa di mancate o inesatte letture del misuratore) risalenti a più di due anni (nel caso di fatture emesse con data successiva al 1.1.2020);

- responsabilità diretta del ritardo di fatturazione attribuibile al Gestore per non aver letto, in modo protratto nel tempo, il misuratore accessibile o per non aver ottemperato a quanto richiesto dalle Autorità di settore.

La fatturazione delle Partite Pregresse non rientra nelle tipologie sopra riportate e, pur essendo riferita a recupero di costi per investimenti pregressi, non viola il principio di irretroattività ex art.11 delle preleggi, in quanto si applica dalla prima fatturazione utile successiva all’approvazione del provvedimento dell’Ufficio d’Ambito che stabilisce i criteri di fatturazione delle stesse sui consumi che saranno effettuati dall’utente negli anni 2022-2026.

  1. Come si calcola esattamente l’importo in capo al singolo utente?

Come sancito dalla delibera n. 49/2022, per ciascun anno dal 2022 al 2026 sarà determinato l’unico corrispettivo Euro/mc da applicare ai volumi addebitati al singolo utente (in acconto o in saldo) nelle bollette emesse nel relativo anno solare.

  1. Ho avuto una perdita occulta. Come mi verrà calcolato l’importo aggiuntivo?

Si precisa che per le utenze interessate da dispersione idrica oggetto di sgravio riconosciuto dal gestore, il volume da considerare sarà quello fatturato dedotto il volume oggetto di rimborso.

  1. Cosa avviene nei casi di voltura / subentro?

Il corrispettivo Euro/mc determinato per ciascun anno sarà applicato ai volumi fatturati (dalla lettura di subentro in caso di prima bolletta o sui consumi effettivamente consumati fino alla lettura di cessazione) nelle bollette intestate al subentrante o al subentrato.

  1. È possibile rateizzare l’importo relativo alle partite pregresse? Se sì, cosa devo fare?

Sì, come forma volontaria, sebbene non prevista dalla normativa, è possibile richiedere al gestore Lereti la rateizzazione senza interessi di mora della bolletta contenente il recupero dell’anno 2022, presso gli sportelli di Via Einaudi, 2 – 22100 Como (CO) oppure scrivendo all’indirizzo mail cliente@leretispa.it.

  1. Come è indicata, in bolletta, la voce di costo relativa alle partite pregresse a mio carico?

Sulla base delle disposizioni contenute nella delibera 49/2022 dell’Ente d’Ambito di Como, l’importo addebitato sarà esplicitato nella bolletta con una specifica voce che la identificherà.

Lereti S.p.A.

Sede legale:
Via P. Stazzi 2 - 22100 Como

P. Iva - Cod. Fiscale Registro Imprese
(Como Lecco): 07063880962

REA: 306629
Cap. Soc.: € 86.450.486,00 i.v.

Responsive Image

Acsm Agam è uno dei 200 migliori datori di lavoro per donne in Italia ed è nella top 5 del settore “Energia - Luce e Gas” secondo l’indagine Italy’s Best Employers For Women dell’Istituto tedesco qualità ITQF, condotta in partnership con AFFARI & FINANZA La Repubblica.